vaccino polio

risorse

Siti correlati

12 Aprile 2005 ha segnato il 50 ° anniversario dello sviluppo del primo vaccino antipolio efficace. In quel giorno, nel 1955, i giornalisti si sono riuniti presso l’Università del Michigan ad Ann Arbor a sentire la notizia rivoluzionaria che un vaccino è stato sviluppato che ha impedito la complicazione temuta di infezione con la distruzione cavo poliovirus-spinale con conseguente degenerazione muscolare.

Dr. Jonas Salk, un 40enne medico, e il suo team di ricercatori presso l’Università di Pittsburgh hanno sviluppato un vaccino per smettere di un’infezione che ogni anno ha ucciso fino a mezzo milione di persone, soprattutto i bambini 1, e paralizzato molti altri. Dr. Thomas Francis dell’Università del Michigan ha condotto una massiccia sperimentazione clinica per testare il vaccino a 1,8 milioni di bambini in 44 stati.

Chi ha vissuto il tempo della poliomielite (conosciuto in termini laici come polio) epidemie ricordare la paura che ha colpito la nazione ogni estate. I genitori erano terrorizzati che i loro figli avrebbero contratto la malattia mentre guardavano funzionari del dipartimento di salute inviano segnali quarantena sulle case dei vicini. Feste che coinvolgono grandi assembramenti di persone, tra cui quattro di celebrazioni di luglio, sono stati annullati. Le piscine erano chiuse. voci incontrollate circolate sulle possibili cause della malattia temuta, tra coni gelato, abiti bianchi, terremoti, vulcani, abbagliamento eccessivo, scottature e disturbi elettrici. 2 Bambini colpiti con la malattia ha subito una paralisi che a volte reso impossibile respirare da soli, costringendoli a vivere dentro ventilatori metallici enormi conosciuti come i polmoni di ferro, il pensiero di che ha causato paura diffusa.

Lo sviluppo di un vaccino per prevenire le malattie poliovirus è stato considerato a dir poco un miracolo. Il vaccino sicuro ed efficace è stato il primo passo verso l’eliminazione della malattia negli Stati Uniti. Siamo ora sul punto di eradicare la polio in tutto il mondo. Quando ciò è compiuto, la poliomielite sarà la seconda malattia infettiva importante da estirpare, il primo è il vaiolo, anche se la minaccia di rilascio intenzionale di vaiolo rimane.

L’Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive è lieta di celebrare il 50 ° anniversario di questo risultato monumentale. I vaccini hanno fatto molta strada dal 1955. Oggi, theernment sostiene lo sviluppo di vaccini per l’intero spettro di batteri infettivi agents–, virus, funghi e parassiti, e aiuta a stabilire nuove strategie per la consegna del vaccino. Con il supporto di theernment, i vaccini sono stati sviluppati per prevenire le malattie importanti, tra cui le malattie da pneumococco e l’influenza; e migliori vaccini contro il vaiolo e antrace sono attualmente in fase di sperimentazione.

I componenti principali del programma di vaccinazione di theernment includono il Dale e Betty Bumpers Vaccine Research Center (VRC), la Divisione di Intramural Research, e il vaccino e trattamento Evaluation Unit (VTEUs). Il VRC è dedicata al miglioramento della salute umana globale attraverso la rigorosa ricerca di vaccini efficaci per le malattie umane. Gli scienziati della Divisione di theernment di Intramurale ricerca condotta la ricerca di base e clinica e di fornire opportunità di formazione per i medici e gli scienziati in immunologia, allergie e malattie infettive, tra cui lo sviluppo di vaccini.

Divisione di Microbiologia e Malattie infettive del theernment sostiene il VTEUs, una rete di ospedali di ricerca attraverso gli Stati Uniti che condurre studi clinici per valutare l’efficacia del vaccino, così come la sicurezza, che è parte integrante di ogni vaccino studio clinico sponsorizzato da theernment. Una prova VTEU valutato l’impatto di inattivato contro vaccini orali poliovirus quando somministrato con un vaccino combinato contro altre malattie infettive. Come risultato dello studio, esperti di salute ora raccomandano che i bambini negli Stati Uniti ricevono il vaccino poliovirus inattivato come parte del loro vaccinazioni di routine. Ciò rappresenta un grande cambiamento nella pratica medica perché per molti anni, il vaccino orale poliovirus era il vaccino di scelta negli Stati Uniti.

L’eredità del primo vaccino antipolio efficace continua ad ispirare i ricercatori. Nel corso dell’ultimo mezzo secolo, i progressi nella vaccinologia ci hanno permesso di diplomarsi alla scelta tra vaccini vivi e uccisi ad una serie di opzioni tecnologiche. Con l’enorme capacità di vaccini per ridurre la morbilità e la mortalità, questi ultimi progressi molto promettenti per la conquista delle malattie infettive più in futuro. La ricerca che porta a nuovi e migliori vaccini è una parte importante della missione theernment.

1 OMS, UNICEF, www.unicef.org/immunization/index_polio.html; 2 Smithsonian, v 36, no 1, aprile 2005.