osteonecrosi (necrosi avascolare)

L’osteonecrosi (necrosi avascolare)

Questa pubblicazione contiene informazioni di carattere generale su ostenecrosis (necrosi avascolare). Esso descrive ciò che è osteonecrosi, che rischia di svilupparla, e come viene diagnosticata. Si spiega anche i sintomi e trattamenti. Alla fine è una lista di parole chiave per aiutare a comprendere i termini utilizzati in questa pubblicazione. Se avete ulteriori domande dopo aver letto questa pubblicazione, si potrebbe desiderare di discuterne con il medico.

L’osteonecrosi è una malattia derivante dalla perdita temporanea o permanente di afflusso di sangue alle ossa. Senza sangue, il tessuto osseo muore, e in ultima analisi, l’osso può crollare. Se il processo coinvolge le ossa vicino un giunto, che spesso porta al collasso della superficie articolare. Osteonecrosi è anche conosciuta come necrosi avascolare, necrosi asettica e necrosi ischemica.

Anche se può accadere in un osso, osteonecrosi più comunemente colpisce le estremità (epifisi) del femore, l’osso si estende dal ginocchio all’articolazione dell’anca. Gli altri siti sono l’osso superiore del braccio, le ginocchia, spalle e caviglie. La malattia può interessare solo un osso, più di un osso allo stesso tempo, o più di un osso in tempi diversi. L’osteonecrosi della mandibola (ONJ) ​​è una malattia rara che è stato collegato con l’uso di farmaci bifosfonati. ONJ ha diverse cause e trattamenti di osteonecrosi si trovano in altre parti dello scheletro. Per ulteriori informazioni su ONJ, contattare il National Institute of Dental Research e craniofacciale.

La quantità di disabilità che deriva da osteonecrosi dipende da che parte dell’osso è influenzato, quanto grande area è coinvolto, e quanto efficacemente l’osso si ricostruisce. Normalmente, l’osso si rompe continuamente verso il basso e ricostruisce-osso vecchio viene sostituito con nuovo tessuto osseo. Questo processo, che avviene dopo un infortunio, così come durante la normale crescita, mantiene lo scheletro forte e aiuta a mantenere un equilibrio di minerali. Nel corso di osteonecrosi, tuttavia, il processo di guarigione è di solito inefficace e tessuti ossei abbattere più veloce rispetto al corpo li può riparare. Se non trattata, la malattia progredisce, l’osso crolla, e la superficie articolare si rompe, causando dolore e l’artrite.

L’osteonecrosi è causata da afflusso di sangue alterata fino all’osso, ma non è sempre chiaro ciò che provoca tale perdita di valore. Osteonecrosi spesso si verifica in persone con determinate patologie o fattori di rischio (come alte dosi di impiego di corticosteroidi o eccessiva assunzione di alcol). Tuttavia, colpisce anche le persone con problemi di salute e per nessun motivo conosciuto. Di seguito sono riportati alcuni potenziali cause di osteonecrosi e altre condizioni di salute associati con il suo sviluppo.

A parte da un infortunio, una delle cause più comuni di osteonecrosi è l’uso di farmaci corticosteroidi come il prednisone. I corticosteroidi sono comunemente usati per il trattamento di malattie infiammatorie come il lupus eritematoso sistemico (LES), l’artrite reumatoide, malattia infiammatoria intestinale, asma grave, e vasculite. Gli studi suggeriscono che l’uso a lungo termine di corticosteroidi per via orale o endovenosa è associato con osteonecrosi non traumatica. I pazienti dovrebbero discutere le preoccupazioni circa l’uso di steroidi con il loro medico.

I medici non sono sicuri esattamente perché l’uso di corticosteroidi a volte porta a osteonecrosi. Essi ipotizzano che i farmaci possono interferire con la capacità del corpo di abbattere sostanze grasse chiamate lipidi. Queste sostanze poi accumulano e ostruiscono i vasi sanguigni, inducendoli a restringere e ridurre la quantità di sangue che viene all’osso. Alcuni studi suggeriscono che l’osteonecrosi corticosteroidi relativo è più grave e più probabile che colpiscono entrambe le anche (quando si verificano nel anca) di osteonecrosi derivanti da altre cause.

l’uso eccessivo di alcol è un’altra causa comune di osteonecrosi. Le persone che bevono alcol in eccesso possono sviluppare sostanze grasse che potrebbero ostruire i vasi sanguigni, causando una diminuzione della fornitura di sangue alle ossa.

Quando si verifica una frattura, una lussazione, o qualche altro pregiudizio comune, i vasi sanguigni possono essere danneggiati. Questo può interferire con la circolazione del sangue al tessuto osseo e portare a osteonecrosi traumi legati. Infatti, gli studi suggeriscono che la lussazione dell’anca e fratture sono i principali fattori di rischio per l’osteonecrosi.

L’aumento della pressione all’interno del midollo può essere un’altra causa di osteonecrosi. Quando c’è troppa pressione all’interno dell’osso, i vasi sanguigni restringono, rendendo difficile per loro di consegnare sangue sufficiente alle cellule ossee. La causa di un aumento della pressione non è del tutto chiaro.

Altri fattori di rischio per l’osteonecrosi comprendono la radioterapia, la chemioterapia e trapianto di organi (in particolare il trapianto di rene). L’osteonecrosi è anche associato ad una serie di condizioni mediche, tra cui il cancro, lupus eritematoso sistemico, malattie del sangue, quali anemia a cellule falciformi, infezione da HIV, morbo di Gaucher, e la malattia dei cassoni.

Anche se osteonecrosi colpisce sia uomini che donne, che colpisce soprattutto gli uomini. Tuttavia, nei casi relativi al LES, la malattia colpisce soprattutto le donne. Essa può verificarsi in persone di ogni età, dai bambini agli anziani. Tuttavia, è più comune nelle persone nei loro anni trenta, quaranta, e Cinquanta.

Nelle prime fasi di osteonecrosi, le persone non possono avere alcun sintomo. Col progredire della malattia, tuttavia, la maggior esperienza dolori articolari. All’inizio, il dolore si verifica solo quando mettere peso sul comune interessato. In seguito, si verifica anche a riposo. Il dolore di solito si sviluppa a poco a poco, e può essere lieve o grave. Se osteonecrosi progredisce e l’osso e che circonda il collasso superficie articolare, dolore può sviluppare o aumentare notevolmente. Il dolore può essere abbastanza grave per limitare il range di movimento delle articolazioni colpite. In alcuni casi, in particolare quelli che coinvolgono l’anca, disabilitando osteoartrite può sviluppare. Il periodo tra i primi sintomi e la perdita della funzione articolare è diversa per ogni persona, ma varia tipicamente da alcuni mesi a più di un anno.

Dopo aver eseguito un esame fisico completo e chiedendo la storia medica del paziente, il medico può utilizzare una o più tecniche di imaging osseo per la diagnosi di osteonecrosi. Come per molte altre malattie, la diagnosi precoce aumenta le possibilità di successo del trattamento. Le prove descritte di seguito possono essere utilizzate per determinare la quantità di osso colpito e quanto la malattia è progredita.

Una radiografia, o raggi x, può essere il primo test il medico raccomanda. Un modo semplice per produrre immagini di ossa, una radiografia è spesso utile nel diagnosticare la causa di dolori articolari. Per osteonecrosi, tuttavia, i raggi x non sono abbastanza sensibili per rilevare i cambiamenti ossei nelle prime fasi della malattia. Quindi, se il raggio di x è normale, il medico può ordinare altri test. Nelle fasi successive di osteonecrosi, raggi x possono mostrare il danno osseo, e una volta che la diagnosi è fatta, sono spesso utilizzati per monitorare la progressione della malattia.

Le ricerche hanno dimostrato che la risonanza magnetica, o MRI, è il metodo più sensibile per la diagnosi di osteonecrosi nelle prime fasi. A differenza di raggi X, scintigrafia ossea, e TAC (tomografia computerizzata / computerizzata) (vedi sotto), la risonanza magnetica di rilevare i cambiamenti chimici nel midollo osseo. RM fornisce il medico con una foto della zona interessata e il processo di osso-ricostruzione. Inoltre, la risonanza magnetica può mostrare zone malate che non sono ancora causare alcun sintomo. Alcuni medici in guardia contro un trattamento aggressivo di osteonecrosi che è stato rilevato dalla risonanza magnetica, ma non sta causando i sintomi. Uno studio ha dimostrato che la prova per un gruppo selezionato di pazienti nelle prime fasi di osteonecrosi, la malattia può migliorare spontaneamente.

Una TAC è una tecnica di imaging che fornisce il medico un’immagine tridimensionale dell’osso. Essa mostra anche “fette” del midollo, rendendo il quadro molto più chiaro di x raggi e scintigrafia ossea. Alcuni medici non sono d’accordo circa l’utilità di questo test per la diagnosi di osteonecrosi. Sebbene una diagnosi di solito può essere fatta senza una TAC, la tecnica può essere utile per determinare l’entità del danno osseo. TC sono meno sensibili di risonanza magnetica.

Una scintigrafia ossea è usata più comunemente in pazienti che hanno normali raggi X e senza fattori di rischio per l’osteonecrosi. In questo test, un materiale radioattivo innocuo viene iniettato attraverso una linea endovenosa, e un’immagine dell’osso è presa con una telecamera speciale. L’immagine mostra come il materiale iniettato viaggia attraverso i vasi sanguigni nel tessuto osseo. Una singola scansione ossea trova tutte le zone del corpo che sono colpiti, riducendo così la necessità di esporre il paziente a più radiazioni.

Una biopsia è una procedura chirurgica in cui un campione di tessuto dall’osso interessata viene rimosso e studiato. Anche se una biopsia è un modo conclusivo per diagnosticare osteonecrosi, è raramente utilizzato perché richiede un intervento chirurgico.

Test per misurare può essere utilizzata la pressione all’interno di un osso, quando il medico sospetta fortemente che un paziente ha osteonecrosi, nonostante normali risultati di raggi x, scintigrafia ossea, e risonanza magnetica. Questi test sono molto sensibili per la rilevazione aumento della pressione all’interno dell’osso, ma richiedono un intervento chirurgico.

trattamento appropriato per osteonecrosi è necessario per mantenere le articolazioni da abbattere. Senza trattamento, la maggior parte delle persone con la malattia sperimenteranno dolore e limitazione nei movimenti. Per determinare il trattamento più appropriato, il medico considera il seguente

L’obiettivo nel trattamento osteonecrosi è quello di migliorare l’uso del paziente dell’articolazione colpita, fermare ulteriori danni alle ossa, e di garantire la sopravvivenza delle ossa e delle articolazioni. Per raggiungere questi obiettivi, il medico può utilizzare uno o più dei seguenti trattamenti chirurgici o non chirurgici.

Di solito, i medici inizieranno con trattamenti non chirurgici, da soli o in combinazione. Purtroppo, anche se questi trattamenti possono alleviare il dolore o aiutare a breve termine, per la maggior parte delle persone che non portano miglioramento duraturo.

governo (theernment) Clinical Trials di ricerca e È stato progettato per aiutare le persone ad imparare di più su studi clinici, perché sono importanti, e come partecipare. I visitatori del sito potranno trovare informazioni sulle basi di partecipare ad una sperimentazione clinica, storie di prima mano da veri volontari sperimentazioni cliniche, spiegazioni da ricercatori, e collegamenti a come cercare una prova o iscriversi ad un programma di ricerca-matching .; ClinicalTrials offre informazioni up-to-date per la localizzazione di sperimentazioni cliniche a livello federale e privatamente supportati per una vasta gamma di malattie e condizioni .; Reporter theernment è uno strumento elettronico che permette agli utenti di cercare un repository di entrambi i progetti di ricerca intramurale ed extramurale theernment-finanziato dagli ultimi 25 anni e le pubblicazioni di accesso (dal 1985) e brevetti derivanti dal finanziamento theernment .; PubMed è un servizio gratuito della National Library of Medicine degli Stati Uniti che consente di cercare milioni di citazioni di riviste e abstract nei campi della medicina, infermieristica, odontoiatria, medicina veterinaria, il sistema sanitario, e delle scienze precliniche.

Un certo numero di diverse procedure chirurgiche sono utilizzati per il trattamento di osteonecrosi. La maggior parte delle persone con osteonecrosi alla fine bisogno di un intervento chirurgico.

Per la maggior parte delle persone con osteonecrosi, il trattamento è un processo continuo. A seconda della fase della malattia, i medici possono raccomandare prima i piani di trattamento meno complessi o non invasivi, come ad esempio farmaci o cuscinetto peso ridotto. Se queste modalità non hanno successo, possono essere necessari trattamenti chirurgici. E ‘importante che i pazienti seguano attentamente le istruzioni circa le limitazioni di attività e lavorano a stretto contatto con i loro medici per garantire che i trattamenti appropriati vengono utilizzati.

Con un trattamento adeguato, la maggior parte delle persone con osteonecrosi possono condurre una vita produttiva. Ma c’è ancora molto da imparare circa la prevenzione, la diagnosi e il trattamento. Alcuni obiettivi di ricerca in corso sono da

Maggiori informazioni sulla ricerca sono disponibili presso i seguenti siti web

1 AMS Circle; Bethesda, MD 20892-3675; Telefono: 301-495-4484; 877-22-NIAMS (877-226-4267); TTY: 301-565-2966; Fax: 301-718-6366; E-mail: .theernment; niams.theernment

2 AMS Circle; Bethesda, MD 20892-3676; Telefono: 202-223-0344; 800-624-BONE (2663); TTY: 202-466-4315; Fax: 202-293-2356; E-mail: theernmentBoneInfo@mail.theernment; bones.theernment

nidcr.theernment

nonf

artrite

hipsoc

Artrite. Letteralmente significa infiammazione delle articolazioni. Si tratta di un termine generale per più di 100 delle malattie reumatiche. Artrite provoca congiunta gonfiore, dolore e rigidità.

Artroplastica. Un altro nome per sostituzione totale. Una procedura in cui un giunto danneggiato viene chirurgicamente rimosso e sostituito con una protesi artificiale. È il trattamento di scelta per osteonecrosi quando è distrutto il giunto.

necrosi asettica. Vedi osteonecrosi.

Malattia autoimmune. Una malattia che si verifica quando il sistema immunitario attacca per errore i tessuti del corpo.

Necrosi vascolare. Vedi osteonecrosi.

Biopsia. Un procedimento in cui il tessuto viene rimosso dal corpo e studiato sotto un microscopio. Una biopsia ossea è un modo conclusivo per diagnosticare osteonecrosi.

Vasi sanguigni. Le arterie, vene e capillari che portano il sangue attraverso il corpo.

innesto osseo. Il trapianto di osso sano da una parte del corpo per sostituire osso danneggiato o malato in un’altra parte del corpo.

Bone proteine ​​morphogenic. Una proteina estratta dal corpo e sintetizzato attraverso l’ingegneria genetica. La ricerca suggerisce che potrebbe essere usato per promuovere la crescita di tessuto osseo danneggiato da osteonecrosi.

scintigrafia ossea. Un tipo di test chiamato tecnezio-99m scintigrafia ossea è usata più comunemente in pazienti che hanno normali raggi X e senza fattori di rischio per l’osteonecrosi. In questo test, un materiale radioattivo innocuo viene iniettato attraverso una linea endovenosa, e un’immagine dell’osso è presa con una telecamera speciale. L’immagine mostra come il materiale iniettato viaggia attraverso i vasi sanguigni nel tessuto osseo. Una singola scansione ossea trova tutte le zone del corpo che sono colpiti, riducendo così la necessità di esporre il paziente a più radiazioni.

malattia dei cassoni. Una sindrome che si verifica quando palombari, operai edili, o di altri che lavorano in un ambiente pressurizzato tornare alla normale pressione atmosferica. Azoto nel sangue espande per formare bolle, provocando dolore e bloccando la circolazione nei piccoli vasi sanguigni. La condizione può potenzialmente portare ad osteonecrosi.

Cancro. Un termine per le malattie in cui le cellule anormali dividono senza controllo. Le cellule tumorali possono invadere i tessuti circostanti e possono diffondersi attraverso il sistema sanguigno e linfatico ad altre parti del corpo.

Colesterolo. materiale simile al grasso presente nel sangue e la maggior parte dei tessuti. Alti livelli di colesterolo possono essere un fattore di rischio per lo sviluppo di osteonecrosi e malattie cardiovascolari.

Computerizzata (o informatico) tomografia (CT) scansione. Una tecnica di imaging che fornisce il medico un’immagine tridimensionale dell’osso. Essa mostra anche “fette” del midollo, rendendo il quadro molto più chiaro di x raggi e scintigrafia ossea.

decompressione core. Una procedura chirurgica in cui viene rimosso lo strato interno dell’osso per ridurre la pressione all’interno dell’osso, aumentando così il flusso di sangue all’osso. Nelle persone con osteonecrosi precoce, la procedura può ridurre il dolore e rallentare la progressione delle ossa e distruzione articolare.

Corticosteroidi. ormoni antinfiammatori potenti fatte naturalmente nel corpo o artificiale per uso come medicina. Utilizzando farmaci corticosteroidi è un fattore di rischio per lo sviluppo di osteonecrosi.

La stimolazione elettrica. Una procedura in cui i campi elettromagnetici sono istituiti intorno alle ossa o di energia elettrica viene applicato direttamente alle ossa per indurre la crescita delle ossa. In alcuni centri è stato utile nel trattamento di pazienti con osteonecrosi prima del crollo della testa femorale.

Epifisi. L’estremità di un osso in cui incontra un altro osso o le ossa per formare un giunto.

testa del femore. La ossea protrusione rotonda alla fine del femore che si inserisce dell’acetabolo (socket) del bacino per formare l’articolazione dell’anca. La testa del femore spesso crolla in osteonecrosi avanzata.

Femore. La parte superiore della gamba o coscia, osso. La fine del femore, dove si incontra il bacino, è la sede più comune di osteonecrosi.

La malattia di Gaucher. Una malattia congenita in cui vi è accumulo di composti grassi nel fegato, milza, linfonodi, e il sistema nervoso. Avere la malattia è stata associata con lo sviluppo di osteonecrosi.

HIV (virus dell’immunodeficienza umana). Il virus che causa l’AIDS.

Sistema immunitario. Una complessa rete di cellule specializzate e gli organi che lavorano insieme per difendere l’organismo dagli attacchi dei invasori “stranieri”, come batteri e virus. In alcune condizioni reumatiche, sembra che il sistema immunitario non funziona correttamente e può anche funzionare contro il corpo.

Infiammazione. Una reazione dei tessuti di infortunio o malattia, caratterizzata da quattro segni: gonfiore, arrossamento, calore e dolore.

necrosi ischemica. Vedi osteonecrosi.

Lupus. lupus eritematoso sistemico (anche conosciuto come lupus o LES) è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario danneggia proprie cellule e tessuti sani del corpo. Questo può portare a infiammazione e danni alle articolazioni, pelle, reni, cuore, polmoni, vasi sanguigni, e il cervello.

La risonanza magnetica (MRI). Una procedura in cui viene utilizzato un forte magnete per passare una forza attraverso il corpo per creare un’immagine chiara e dettagliata di una sezione trasversale del corpo. MRI rileva i cambiamenti chimici nel midollo osseo e può mostrare osteonecrosi nelle sue prime fasi, spesso prima che causi alcun sintomo.

Menisco. Un cuneo a forma di mezzaluna della cartilagine nell’articolazione del ginocchio. Le lacrime del menisco sono stati associati con lo sviluppo sia osteonecrosi e l’osteoartrite del ginocchio.

Ortopedico. Un medico specializzato nelle malattie e lesioni traumatiche alle ossa e del sistema muscolo-scheletrico. Chiamato anche chirurgo ortopedico.

Osteoartrite. Una malattia in cui la cartilagine cuscini che le estremità delle ossa si rompe, che porta a dolore e rigidità. La forma più comune di artrite, artrosi diventa più comune con l’età.

L’osteonecrosi. Una malattia in cui una perdita temporanea o permanente della fornitura di sangue alle ossa fa sì che il tessuto osseo a morire e l’osso al collasso. Conosciuto anche come necrosi avascolare, necrosi asettica, e necrosi ischemica.

L’osteonecrosi della mandibola (ONJ). Una condizione rara che è stato collegato con l’uso di farmaci bifosfonati. ONJ ha diverse cause e trattamenti di osteonecrosi si trovano in altre parti dello scheletro.

Osteotomia. Una procedura chirurgica che coinvolge rimodellare l’osso per ridurre lo stress in una zona malata o danneggiata di un giunto. E ‘spesso usato per i pazienti con osteonecrosi avanzata e quelli con una grande area di osso colpito.

Gamma-esercizi di mobilizzazione. Un programma di esercizi che coinvolgono articolazioni colpite da artrite. Questi esercizi possono aiutare a mantenere la gamma congiunta mobile e crescita del movimento.

anemia falciforme. Una malattia del sangue ereditaria caratterizzata dalla produzione di un tipo anormale di emoglobina nei globuli rossi. Avendo la malattia aumenta il proprio rischio di osteonecrosi.

Il NIAMS ringrazia l’assistenza delle seguenti persone nella preparazione e revisione della versione originale di questa pubblicazione: Thomas D. Brown, Ph.D., University of Iowa, Iowa City, IA; Harry E. Rubash, M.D., Asit Shah, M.D., e Jeffrey Geller, M.D., Massachusetts General Hospital, Boston, MA; e James Panagis, M.D., M.P.H., NIAMS / theernment.

La missione del National Institute of Arthritis e muscoloscheletrico e malattie della pelle (NIAMS), una parte del Dipartimento di Salute e Services’ernment umano (theernment), è quello di sostenere la ricerca sulle cause, il trattamento e la prevenzione di artrite e muscolo-scheletrico e malattie della pelle; la formazione di scienziati di base e clinici di effettuare tale ricerca; e la diffusione di informazioni sullo stato di avanzamento della ricerca in queste malattie. Il NIAMS Information Clearinghouse è un servizio pubblico promosso dal NIAMS che fornisce le fonti di informazione sanitaria e di informazione. Ulteriori informazioni possono essere trovate sul sito atniams.theernment NIAMS.

Questa pubblicazione contiene informazioni sui farmaci usati per trattare la condizione di salute discusso qui. Se la presente pubblicazione è stata sviluppata, abbiamo incluso il (preciso) le informazioni più up-to-date disponibili. Di tanto in tanto, nuove informazioni sul farmaco viene rilasciato.

Info- (463-6332);

Farmaci @ ataccessdata./scripts/cder/drugsat. Farmaci @ è un catalogo ricercabile di prodotti di droga -approvato.

/ NCHS

1 AMS Circle; Bethesda, MD 20892-3675; Telefono: 301-495-4484; 877-22-NIAMS (877-226-4267); TTY: 301-565-2966; Fax: 301-718-6366; E-mail: .theernment; niams.theernment

15-4857