malattia sindrome post-polio

Post-polio sindrome si riferisce a un gruppo di potenzialmente invalidante segni e sintomi che compaiono decenni – una media di 30 a 40 anni – dopo la malattia iniziale di poliomielite.

Polio una volta era una delle malattie più temute in America, responsabile per la paralisi e la morte. Poco dopo la poliomielite raggiunto il suo picco nei primi anni 1950, il vaccino antipolio inattivato è stato introdotto e notevolmente ridotto la diffusione della polio.

Sintomi

Oggi, poche persone nei paesi sviluppati ottengono polio paralitica, grazie al vaccino contro la poliomielite. Secondo alcuni studi, tuttavia, fino a quasi la metà delle persone che hanno avuto la poliomielite in giovane età possono sperimentare alcuni effetti della malattia molti anni dopo – la sindrome post-polio.

muscolare progressiva e debolezza e dolore; stanchezza generale e la stanchezza con l’attività minima; Atrofia muscolare; Respirazione o problemi di deglutizione; disturbi respiratori legati al sonno, come l’apnea del sonno; Tolleranza Diminuzione delle temperature fredde

segni e sintomi della sindrome post-polio comuni includono

Nella maggior parte delle persone, la sindrome post-polio tende a progredire lentamente, con nuovi segni e sintomi seguiti da periodi di stabilità.

Se stai riscontrando debolezza o stanchezza che sembra essere sempre peggio, consultare il medico. E ‘importante escludere altre cause dei vostri segni e sintomi che possono richiedere una terapia diversa da quella che è attualmente raccomandato per la sindrome post-polio.

Un corpo cellulare; Un importante fibra ramificazione (assone); Numerose fibre ramificazione più piccoli (dendriti)

Nessuno sa esattamente cosa provoca i segni e sintomi della sindrome post-polio ad apparire tanti anni dopo il primo episodio della poliomielite. Attualmente, la teoria più accettata per quanto riguarda la causa della sindrome post-polio si basa sull’idea di degenerare le cellule nervose.

La gravità della infezione iniziale poliomielite. Il più grave l’infezione iniziale, più è probabile che avrete segni e sintomi di sindrome post-polio .; Età di insorgenza della malattia iniziale. Se è stato acquistato poliomielite come un adolescente o un adulto, piuttosto che come un bambino, la probabilità di sviluppare aumento sindrome post-polio .; Recupero. Quanto maggiore è il recupero dopo la poliomielite acuta, più è probabile sembra che la sindrome post-polio svilupperà. Ciò può accadere perché un maggiore recupero pone ulteriore stress sui motoneuroni .; Attività fisica. Se spesso esegue l’attività fisica fino al punto di esaurimento o fatica, questo può superlavoro già sottolineato-out neuroni motori e aumentare il rischio di sindrome post-polio.

Le cause

Quando poliovirus infetta il corpo, che colpisce le cellule nervose chiamate motoneuroni – in particolare quelli nel midollo spinale – che portano messaggi (impulsi elettrici) tra il cervello e muscoli.

Ciascun neurone consiste di tre componenti di base

Una infezione da polio lascia spesso molti di questi motoneuroni distrutti o danneggiati. Per compensare la carenza neurone risultante, i rimanenti neuroni spuntano nuove fibre, e le unità motore sopravvissute diventano allargata.

Questo favorisce il recupero del l’uso dei muscoli, ma pone anche lo stress aggiunto sul corpo delle cellule nervose per nutrire le fibre supplementari. Nel corso degli anni, questo stress può essere più il neurone può gestire, portando al deterioramento progressivo delle fibre germinati e, eventualmente, del neurone stesso.

L’unità di base della comunicazione nel sistema nervoso è la cellula nervosa (neurone). Ogni cellula nervosa costituito dal corpo cellulare, un importante fibra ramificazione (assone) e numerose fibre ramificate piccole (dendriti).

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare la sindrome post-polio comprendono

Falls. La debolezza nei muscoli delle gambe rende più facile per voi a perdere l’equilibrio e cadere. Una caduta può provocare una frattura, ad esempio una frattura dell’anca, portando ad altre complicazioni .; La malnutrizione, la disidratazione e la polmonite. Le persone che hanno avuto la poliomielite bulbare, che colpisce i nervi che portano ai muscoli coinvolti nella masticazione e deglutizione, hanno spesso difficoltà con queste attività, nonché altri segni di sindrome post-polio .; Masticazione e la deglutizione problemi può portare a un’alimentazione inadeguata e alla disidratazione, così come polmonite ab ingestis, che è causato da inalazione di particelle di cibo nei polmoni (aspirazione) .; insufficienza respiratoria acuta. Debolezza il diaframma e al torace muscoli rende più difficile di fare respiri profondi e tosse, che alla fine possono portare a un accumulo di fluidi e muco nei polmoni .; L’obesità, il fumo, curvatura della colonna vertebrale, l’anestesia, l’immobilità prolungata e alcuni farmaci possono diminuire ulteriormente la capacità respiratoria, che può portare ad insufficienza respiratoria acuta. Questa è caratterizzata da una brusca caduta dei livelli di ossigeno nel sangue e può richiedere di ricevere il trattamento per aiutare a respirare (terapia di ventilazione) .; L’osteoporosi. l’inattività prolungata immobilità e sono spesso accompagnate da perdita di densità ossea e osteoporosi negli uomini e nelle donne. Se si dispone di sindrome post-polio, si potrebbe desiderare di essere sottoposti a screening per l’osteoporosi.

complicazioni

In generale, la sindrome post-polio è raramente pericolosa per la vita, ma una grave debolezza muscolare può portare a complicazioni

Nota tutti i sintomi che hai incontrato, anche se sembrano estranei alla ragione hai programmato l’appuntamento .; Prendere nota della chiave di informazioni personali, comprese le cose come cambiamenti di vita recenti, o grandi sollecitazioni .; Fate una lista di tutti i farmaci, vitamine e integratori che si sta prendendo .; Scrivete una lista di domande da porre al medico.

La malnutrizione, la disidratazione e la polmonite. Le persone che hanno avuto la poliomielite bulbare, che colpisce i nervi che portano ai muscoli coinvolti nella masticazione e deglutizione, hanno spesso difficoltà con queste attività, nonché altri segni di sindrome post-polio.

Quello che è probabile che la causa miei sintomi ?; Ci sono altre cause possibili per i miei sintomi ?; Che tipo di test, se del caso, ho bisogno? Quali saranno questi test dirvi? Ciò che è coinvolto nel test ?; È la mia condizione probabilmente temporanea o cronica ?; Quali cure sono disponibili? Che cosa mi consiglia ?; Ci sono alternative all’approccio primario che si sta suggerendo ?; Ho altre condizioni di salute. Come posso gestire al meglio insieme ?; Ci sono delle restrizioni di attività che ho bisogno di seguire ?; Sarò diventano inabili ?; Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare a casa con me? Quali siti web mi consiglia di visitare?

Preparazione per il vostro appuntamento

problemi di masticazione e deglutizione possono portare a un’alimentazione inadeguata e alla disidratazione, così come polmonite ab ingestis, che è causato da inalazione di particelle di cibo nei polmoni (aspiranti).

insufficienza respiratoria acuta. Debolezza il diaframma e al torace muscoli rende più difficile di fare respiri profondi e tosse, che alla fine possono portare a un accumulo di fluidi e muco nei polmoni.

Avete mai avuto la polio? Se così, quando ?; Come grave è stata la sua infezione da polio ?; Quali aree del tuo corpo sono stati colpiti dalla poliomielite ?; Quali tipi di sintomi stai ora sperimentando ?; Quando hai iniziare sperimentando questi sintomi ?; I sintomi sono in continuo o occasionale ?; Che cosa, se non altro, sembra migliorare i sintomi ?; Fa niente sembra peggiorare i sintomi?

L’obesità, il fumo, curvatura della colonna vertebrale, l’anestesia, l’immobilità prolungata e alcuni farmaci possono diminuire ulteriormente la capacità respiratoria, che può portare ad insufficienza respiratoria acuta. Questa è caratterizzata da una brusca caduta dei livelli di ossigeno nel sangue e può richiedere di ricevere il trattamento per aiutare a respirare (terapia di ventilazione).

precedente diagnosi di poliomielite. Questo può richiedere trovare vecchie cartelle cliniche o di ottenere informazioni dai membri più anziani della famiglia per la poliomielite acuta si verifica principalmente durante l’infanzia .; Gli effetti tardivi della polio di solito si verificano in persone che erano durante l’attacco iniziale della poliomielite adolescenti o più; a coloro i cui sintomi sono stati gravi .; lungo intervallo dopo il recupero. Le persone che recuperano dal primo attacco di poliomielite spesso vivono per molti anni senza ulteriori segni o sintomi. L’insorgenza di effetti tardivi varia ampiamente, ma in genere inizia almeno 15 anni dopo la diagnosi iniziale .; esordio graduale. Debolezza spesso non è evidente finché non interferisce con le attività quotidiane. Si può svegliare rinfrescato ma senti esausto dal primo pomeriggio, faticoso dopo le attività che una volta erano facili.

È molto probabile che iniziare a vedere il vostro medico di famiglia o un medico generico prima volta che si notano i sintomi. Tuttavia, probabilmente sarete indirizzati ad un medico specializzato in disturbi del sistema nervoso (neurologo).

Le visite possono essere brevi, e perché c’è spesso un sacco di strada da fare, è una buona idea di essere ben preparato per l’appuntamento. Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronto per l’appuntamento e cosa aspettarsi dal proprio medico.

Elettromiografia (EMG) e di conduzione nervosa studi. misure elettromiografia le piccole scariche elettriche prodotte nei muscoli. Un elettrodo sottile ago viene inserito nei muscoli il medico vuole studiare. Uno strumento registra l’attività elettrica nel muscolo a riposo e come si contrarre il muscolo .; In una variante di EMG chiamato studi di conduzione nervosa, due elettrodi sono nastrate per la pelle sopra un nervo da studiare. Un piccolo shock viene fatto passare attraverso il nervo per misurare la velocità dei segnali nervosi. Questi test aiutano a identificare ed escludere condizioni come una condizione anomala di nervi (neuropatia) e una malattia del tessuto muscolare (miopatia) .; Imaging. Si può sottoporsi ad esami, come la risonanza magnetica (MRI) o la tomografia computerizzata (CT), per produrre immagini del cervello e del midollo spinale. Questi test possono aiutare a escludere disturbi della colonna vertebrale, come la condizione degenerativa della colonna vertebrale spondilosi o restringimento della colonna vertebrale che mette pressione sui nervi (stenosi spinale) .; La biopsia muscolare. Il medico può eseguire una biopsia muscolare, alla ricerca di prove di un’altra condizione che può causare la nuova debolezza .; Analisi del sangue. Le persone con sindrome post-polio hanno solitamente normali risultati dei test del sangue. Anormali risultati delle analisi del sangue possono indicare un altro problema di fondo che sta causando i sintomi.

Test e diagnosi

Il vostro tempo con il medico è limitato, quindi preparando un elenco di domande vi aiuterà a fare la maggior parte del vostro tempo insieme. Inserisci il tuo domande dal più importante al meno importante nel caso il tempo si esaurisce. Per la sindrome post-polio, alcune domande fondamentali da porre al medico includere

Conservazione dell’energia. Si tratta di stimolazione l’attività fisica e la combinazione con frequenti periodi di riposo per ridurre la fatica. dispositivi di assistenza – come un bastone, deambulatore, sedia a rotelle o scooter – può anche aiutare a risparmiare energia. Un terapeuta può anche mostrare il modo di respirare che l’energia aiuta a conservare la .; Terapia fisica. Il medico o il terapeuta può prescrivere esercizi per voi che rafforzano i muscoli senza di te sperimentare affaticamento muscolare. Questi di solito includono attività meno faticose, come il nuoto o aerobica in acqua, che si esegue ogni altro giorno ad un ritmo rilassato .; L’esercizio per mantenere la forma fisica è importante, ma essere cauti nel vostro esercizio di routine e le attività quotidiane. Evitare un uso eccessivo i muscoli e le articolazioni e il tentativo di esercitare al di là del punto di dolore o stanchezza. In caso contrario, potrebbe essere necessario significativa riposo per recuperare le forze .; Terapia occupazionale. Un fisioterapista o terapista occupazionale può aiutare a modificare l’ambiente di casa in modo che è sicuro e conveniente per voi. Ciò può includere l’installazione di maniglioni sotto la doccia o una tavoletta del wc sollevato. Il tuo terapeuta può anche aiutare a riorganizzare mobili o ripensare certi domestici o attività correlate al lavoro, diminuendo il numero di operazioni da effettuare e di aumentare l’efficienza .; Logoterapia. Un logopedista in grado di mostrare il modo di compensare le difficoltà di deglutizione .; Dormire trattamento di apnea. Il trattamento per l’apnea del sonno, che è comune tra le persone con la sindrome post-polio, può comportare modificando i modelli di sonno, come ad esempio evitare di dormire sulla schiena o utilizzando un dispositivo che consente di aprire una via aerea bloccato .; Farmaci. Antidolorifici – come l’aspirina, paracetamolo (Tylenol, altri) e ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) – possono alleviare dolori muscolari e articolari .; Numerosi farmaci – tra cui piridostigmina (Mestinon, Regonol), amantadina, modafinil (Provigil) e insulino-simile fattore-I di crescita (IGF-I) – sono stati studiati come trattamenti per la sindrome post-polio, ma nessun beneficio evidente è stato trovato per uno di essi.

Oltre alle domande che ho preparato per voi si rivolga al medico, non esitate a fare domande durante il vostro appuntamento.

Il medico è probabile che chiedere una serie di domande. Essere pronti a rispondere alle loro può riservare tempo di andare oltre tutti i punti che si desidera dedicare più tempo. Il medico può chiedere

Trattamenti e farmaci

Per arrivare a una diagnosi di sindrome post-polio, i medici cercano tre indicatori

precedente diagnosi di poliomielite. Questo può richiedere trovare vecchie cartelle cliniche o di ottenere informazioni dai membri più anziani della famiglia per la poliomielite acuta si verifica soprattutto durante l’infanzia.

limitare le attività che causano dolore o fatica. La moderazione è la chiave. Strafare in una buona giornata può portare a diversi giorni successivi cattivi .; Essere intelligenti. Conservando la vostra energia attraverso modifiche dello stile di vita e dispositivi di assistenza non significa che si sta dando in alla malattia. Significa solo che hai trovato un modo più intelligente per affrontare con esso .; Stare al caldo. freddo aumenta l’affaticamento muscolare. Mantenere la vostra casa ad una temperatura confortevole e vestirsi a strati, soprattutto quando si va fuori .; Evitare cadute. Sbarazzarsi di tappeti e il disordine sciolto sul pavimento, indossare scarpe buone, ed evitare superfici scivolose o ghiacciate .; Mantenere uno stile di vita sano. Mangiare una dieta equilibrata, smettere di fumare e ridurre l’assunzione di caffeina per tenersi in forma, respirare meglio e dormire meglio .; Proteggi i tuoi polmoni. Se la respirazione è compromessa, guardare per i segni di una infezione delle vie respiratorie in via di sviluppo, che può peggiorare problemi respiratori, e lo hanno trattata tempestivamente. Inoltre, evitare di fumare e la corrente con i tuoi influenza e polmonite vaccini rimanere.

Stile di vita e rimedi casalinghi

Gli effetti tardivi della polio di solito si verificano in persone che durante l’attacco iniziale della poliomielite e in quelli i cui sintomi sono stati gravi erano adolescenti o più anziani.

Coping e sostegno

Inoltre, perché i segni e sintomi della sindrome post-polio sono simili a quelli comunemente associati ad altri disturbi, il medico tenterà di escludere altre possibili cause, come l’artrite, fibromialgia, sindrome da stanchezza cronica e la scoliosi.

Alcune persone con sindrome post-polio temono che possano essere sempre la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), detta anche malattia di Lou Gehrig. Ma alla fine degli effetti della poliomielite non sono una forma di SLA.

Perché non ci sono prove che confermano una diagnosi sindrome post-polio, il medico può utilizzare alcuni test per escludere altre condizioni, tra cui

Ulteriori informazioni sulla sindrome post-polio

Elettromiografia (EMG) e di conduzione nervosa studi. misure elettromiografia le piccole scariche elettriche prodotte nei muscoli. Un elettrodo sottile ago viene inserito nei muscoli il medico vuole studiare. Uno strumento registra l’attività elettrica nel muscolo a riposo e come si contrarre il muscolo.

In una variante di EMG chiamato studi di conduzione nervosa, due elettrodi sono nastrate per la pelle sopra un nervo da studiare. Un piccolo shock viene fatto passare attraverso il nervo per misurare la velocità dei segnali nervosi. Questi test aiutano a identificare ed escludere condizioni come una condizione anomala di nervi (neuropatia) e una malattia del tessuto muscolare (miopatia).

Di più su sindrome post-polio

Poiché i segni ed i sintomi variano spesso, non c’è un trattamento specifico per la sindrome post-polio. L’obiettivo del trattamento è quello di gestire i sintomi e contribuire a rendere il più confortevole e indipendente possibile

Terapia fisica. Il medico o il terapeuta può prescrivere esercizi per voi che rafforzano i muscoli senza di te sperimentare affaticamento muscolare. Questi di solito includono attività meno faticose, come il nuoto o aerobica in acqua, che si eseguono ogni altro giorno ad un ritmo rilassato.

L’esercizio per mantenere la forma fisica è importante, ma essere cauti nel vostro esercizio di routine e le attività quotidiane. Evitare un uso eccessivo i muscoli e le articolazioni e il tentativo di esercitare al di là del punto di dolore o stanchezza. In caso contrario, potrebbe essere necessario significativa riposo per recuperare le forze.

Farmaci. Antidolorifici – come l’aspirina, paracetamolo (Tylenol, altri) e ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) – possono alleviare dolori muscolari e articolari.

Numerosi farmaci – tra cui piridostigmina (Mestinon, Regonol), amantadina, modafinil (Provigil) e insulino-simile fattore-I di crescita (IGF-I) – sono stati studiati come trattamenti per la sindrome post-polio, ma nessun beneficio evidente è stato trovato per uno di essi.

Avere a che fare di nuovo con una malattia che si pensava fosse in passato può essere scoraggiante, addirittura travolgente, a volte. Recupero dalla malattia necessaria spinta iniziale e la determinazione da parte vostra, ma ora la fine degli effetti della poliomielite richiedono di riposare e conservare la vostra energia.

Il passaggio da uno stato d’animo ad un altro può essere difficile. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutare

Trattare con la fatica e la debolezza della sindrome post-polio può essere difficile fisicamente e psicologicamente. Potrebbe essere necessario appoggiarsi tuoi amici e la famiglia per il supporto. Nella maggior parte dei casi, sono probabilmente già alla ricerca di modi per aiutare, e li si può aiutare dicendo loro come.

Si può anche considerare che unisce un gruppo di sostegno per le persone con la sindrome post-polio. A volte basta parlare le cose con persone che hanno problemi simili consente di affrontare meglio le sfide a portata di mano. È possibile contattare Post-Polio Health International per scoprire gruppi di sostegno nella vostra zona.

Sintomi e trattamento per

1

 1

)