farmaci per l’osteoporosi: il rischio di problemi ossei a mascella, coscia?

Alcuni tipi di farmaci per l’osteoporosi sono stati associati ad un aumentato rischio di due problemi rari ma gravi – osteonecrosi della mandibola e un insolito tipo di frattura nell’osso coscia (femore).

L’osteonecrosi della mandibola si sviluppa quando la mandibola non riesce a guarire dopo un lieve infortunio, come ottenere un dente tirato. Un imminente atipico frattura femorale può causare dolore alla coscia o all’inguine che inizia in modo sottile e peggiora progressivamente. Talvolta sviluppa in entrambe le gambe contemporaneamente. Se non trattata, una frattura completa della chirurgia femore richiedendo può verificarsi anche con il normale carico.

I bifosfonati – come alendronato (Fosamax, Binosto), risedronato (Actonel, Atelvia), ibandronato (Boniva) e l’acido zoledronico (Reclast, Zometa) – e denosumab (Prolia, Xgeva) sono stati collegati a osteonecrosi della mandibola e le fratture atipiche del femore .

Il rischio sembra aumentare con la lunghezza di tempo sono presi i farmaci.

Oltre a curare l’osteoporosi, i bifosfonati e denosumab vengono anche utilizzati per trattare il cancro che si è diffuso alle ossa. Il rischio di osteonecrosi della mandibola è molto maggiore per le persone che assumono dosi più elevate di questi farmaci per trattare il cancro di quanto non lo è per le persone che sono semplicemente il trattamento dell’osteoporosi.

Con

visitare il vostro medico