disturbi di panico guida – cause, sintomi e le opzioni di trattamento

Che cos’è?

Il disturbo di panico è un tipo di disturbo d’ansia. Una persona con disturbo di panico ha attacchi di panico. Questi si ripetono, inaspettati episodi di intensa paura e l’ansia accompagnata da sintomi fisici che sono simili alla risposta normale del corpo al pericolo .; Se siete veramente in pericolo (per esempio, se si è di fronte a un criminale con una pistola), il vostro corpo si prepara per “lotta o fuga”. aumenta la frequenza cardiaca. Il sangue si precipita ad armare e muscoli delle gambe, causando un tremore o sensazione di formicolio. Si può sudare e diventare arrossata. Si diventa intensamente paura, suscitato e molto attento. Per le persone che hanno un attacco di panico, questi cambiamenti si verificano anche se non vi è alcuna minaccia fisica. Al culmine di un attacco di panico, ci può essere una sensazione spaventosa che l’ambiente ha in qualche modo diventata irreale o staccato. La persona può preoccuparsi di morire, di avere un attacco di cuore, perdere il controllo o “impazzire .; Alcune persone con disturbo di panico hanno diversi attacchi di panico ogni giorno, mentre altri vanno settimane o mesi tra gli attacchi. Dal momento che gli attacchi di panico si verificano senza preavviso anche durante il sonno persone che soffrono di disturbo di panico sono di solito preoccupati che un attacco può iniziare in qualsiasi momento. si preoccupano non solo per il dolore psicologico e il disagio fisico della attacco di panico, ma anche che il loro comportamento estremo durante un episodio di panico li potrebbe mettere in imbarazzo o spaventare gli altri . Questa paura incrollabile e l’anticipazione alla fine possono portare a evitare i luoghi pubblici in cui sarebbe difficile o imbarazzante per fare una uscita improvvisa .; Questa paura è chiamato agorafobia. Le persone che hanno agorafobia possono, ad esempio, evitare di assistere ad una performance in uno stadio affollato o cinema, attesa in linea in un negozio, in viaggio su un autobus, in treno o in aereo, o la guida su strade che hanno ponti o gallerie. Se questo sintomo è pronunciato abbastanza, un medico può assegnare “agorafobia” come una diagnosi aggiuntiva .; Anche se i ricercatori non completamente capire perché alcune persone sviluppano il disturbo di panico, credono che la malattia comporta un disturbo nelle vie cerebrali che regolano le emozioni. Inoltre, è possibile che le persone con disturbo di panico possono aver ereditato una risposta “lotta o fuga” che è sia più sensibile rispetto al normale o reagisce più intensamente del solito .; Studi di parenti stretti di persone con disturbo di panico dimostrare che questa malattia ha una genetica (ereditaria) Base. Questi parenti sono quattro a otto volte più probabilità di sviluppare la malattia rispetto alle persone con una storia familiare del problema. Le donne sono due volte più probabilità rispetto agli uomini di avere attacchi di panico, e circa tre volte più probabilità di sviluppare agorafobia. In media, i sintomi partono da circa 25 anni, ma il disturbo di panico e agorafobia può colpire persone di ogni età .; Alcune persone con disturbo di panico prima di sviluppare sintomi dopo un evento di vita stressante, come il divorzio, perdita del lavoro o di una morte in famiglia. Gli scienziati ancora non capiscono esattamente come attacchi di panico sono scatenati, ma vi è una crescente evidenza che lo stress presto nella vita rende una persona più probabilità di sviluppare sintomi di panico .; Le persone che hanno il disturbo di panico hanno un rischio relativamente elevato per lo sviluppo di altri tipi di problemi psichiatrici. Infatti, al momento della diagnosi, oltre il 90% delle persone con disturbo di panico hanno anche la depressione maggiore, un altro disturbo d’ansia, un disturbo di personalità o una qualche forma di abuso di sostanze .; Sintomi; Un attacco di panico è definito da avere almeno quattro dei seguenti sintomi; Palpitazioni, martellante di cuore o un polso rapido; Sudorazione; Tremando o agitazione; Problemi respiratori, come la mancanza di respiro o sentimento soffocato; Sensazione di soffocamento; dolore al torace o fastidio al torace

Sintomi

Un attacco di panico è definito da avere almeno quattro dei seguenti sintomi; Palpitazioni, martellante di cuore o un polso rapido; Sudorazione; Tremando o agitazione; Problemi respiratori, come la mancanza di respiro o sentimento soffocato; Sensazione di soffocamento; dolore al torace o fastidio al torace

Diagnosi

Se si sviluppa il disturbo di panico, si può consultare un medico di assistenza primaria in primo luogo perché i sintomi fisici spesso fanno la persona sentire come stanno avendo un attacco di cuore, un ictus o un problema di respirazione. Molte malattie mediche possono causare sintomi che mimano gli attacchi di panico, tra cui le malattie cardiache, asma, malattie cerebrovascolari, epilessia, anomalie ormonali, infezioni e disturbi nei livelli di alcune sostanze chimiche nel sangue.

Quanto dura?

Il disturbo di panico può essere di lunga durata, soprattutto se non viene trattata. Per fortuna, si tratta di una malattia molto curabile. Con una cura adeguata, molte persone trovano sollievo a lungo termine dai loro sintomi.

Come prevenire questa condizione di salute

Non vi è alcun modo per prevenire il disturbo di panico. Tuttavia, se vi sono stati diagnosticati con disturbo di panico, si può essere in grado di prevenire gli attacchi di panico, diminuendo il caffeina, alcol o altre sostanze che potrebbero essere innescare i sintomi. Una volta che la diagnosi è fatta, il trattamento spesso elimina gli attacchi di panico o li rende meno intenso.

Come per il trattamento di questa condizione di salute

Se si dispone di attacchi di panico, ci sono diverse opzioni di trattamento sia i farmaci e la psicoterapia.

Quando visitare il medico

Se si hanno sintomi di un attacco di panico, e non avete mai stato diagnosticato un disturbo di panico, consultare immediatamente un medico. Ricordate, i sintomi di un attacco di panico possono imitare quelli di molte malattie mediche pericolose per la vita. Per questo motivo, un medico dovrebbe valutare il problema completo.

Prognosi

Con un trattamento adeguato, la prognosi è buona. Tra il 30% e il 40% dei pazienti diventano per lunghi periodi senza sintomi, mentre un altro 50% continua a sperimentare solo lievi sintomi che non influenzano in modo significativo la vita quotidiana.